Storia

rif20120401Ricavato dalla antica Malga Durona ed inaugurato il 20 settembre 1964, il suo nome ricorda da un quarantennio i fiumani in esilio.La malga si identifica con la tipologia delle abitazioni delle valli dolomitiche e cioè con la pietra reperita sul posto, nella parte basale e con il legno nella parte superiore, tetto compreso.Particolare quasi unico, sul territorio citato, sono i tre vani ad arco significativi in costruzioni coeve in ambienti destinati esclusivamente a stalla. Risulta che la Durona fosse al servizio di attività pastorali (ovini) ed originariamente risalente all’anno 1600 circa, mentre era già indicata nella carta topografica del Regno Lombardo – Veneto dell’anno 1833.L’attuale volumetria è da far risalire al 1924 anno nel quale, in montagna, sono stati realizzati numerosi rifacimenti post-bellici. Un’ulteriore trasformazione interna è stata attuata nell’anno 1964 con il cambio di destinazione d’uso da Malga a Rifugio e nel 2005 con i recenti lavori di adeguamento strutturale e funzionale che ne hanno comunque valorizzato la peculiarità architettonica e lo stile semplice e funzionale delle strutture d’alta quota.